Quando siamo bambini veniamo (o dovremmo venire) guidati dagli adulti nella vita e nel mondo. Nel bene e nel male non siamo liberi di scegliere cosa possiamo fare o no, gli altri ci dicono cosa fare ma al tempo stesso non ci portiamo dietro il peso delle responsabilità. Man mano che diventiamo grandi iniziamo ad occuparci sempre più di noi stessi, a preoccuparci di noi, di ciò che vogliamo dalla vita e di come realizzarlo. Capita a volte però, che ci si lasci trascinare dai doveri o da quello che crediamo vogliano gli altri da noi. Non sempre ci occupiamo bene di noi stessi, a volte pretendiamo troppo, dalle nostre forze o dal nostro corpo, e non sempre ascoltiamo i bisogni e i segnali che fisico ed emozioni ci rimandano. Come fare dunque a volersi bene? ...ad ascoltarsi? 

Proviamo a vedere insieme qualche punto fondamentale:

1) Fermati. Ascolta quello che senti, le tue emozioni. Quali sono le tue paure? Cosa ti preoccupa?
2) Ascolta il tuo corpo. Hai qualche sintomo, di cosa si tratta? Cosa vuole dirti quello che provi?
3) Impara a dire no. E se dici troppi no, impara a buttarti. Ascoltati: stai rifiutando perché hai paura? Stai dicendo si a tutto perché non riesci ad importi?
4) Dividi il tuo tempo: un pò a te, un pò al resto. Ricerca l'equilibrio.
5) Cerca di e
ssere attivo e non passivo nella vita.
6) Cosa ti rende felice? Spensierato? Rilassato? Fallo un pò di più.

Leggi anche: Consulenza Individuale, Sintomi Psicologici, Gestione dello Stress.